NON TUTTO CROLLA

30 04 2010


“Nel 1915 un violento terremoto aveva distrutto buona parte del nostro circondario e in trenta secondi ucciso circa trentamila persone. Quel che più mi sorprese fu di osservare con quanta naturalezza i paesani accettassero la tremenda catastrofe. In una contrada come la nostra, in cui tante ingiustizie rimanevano impunite, la frequenza dei terremoti appariva un fatto talmente plausibile da non richiedere ulteriori spiegazioni. C’era anzi da stupirsi che i terremoti non capitassero più spesso. Nel terremoto morivano infatti ricchi e poveri, istruiti e analfabeti, autorità e sudditi. Nel terremoto la natura realizzava quello che la legge a parole prometteva e nei fatti non manteneva: l’uguaglianza. Uguaglianza effimera. Passata la paura, la disgrazia collettiva si trasformava in occasione di più larghe ingiustizie.
Non è dunque da stupire se quello che avvenne dopo il terremoto, e cioè la ricostruzione edilizia per opera dello Stato, a causa del modo come fu effettuata, dei numerosi brogli frodi furti camorre truffe malversazioni d’ogni specie cui diede luogo, apparve alla povera gente una calamità assai più penosa del cataclisma naturale. A quel tempo risale l’origine della convinzione popolare che, se l’umanità una buona volta dovrà rimetterci la pelle, non sarà in un terremoto o in una guerra, ma in un dopo-terremoto o in un dopo-guerra.”

Ignazio Silone, sapeva di cosa parlava. Uguaglianza effimera, destinata a cadere per mano della ricostruzione. Non già quella materiale, dei beni perduti; ma ricostruzione dei pre-esistenti rapporti di forza, delle posizioni privilegiate. Mentre la collettività annaspa, e conosce difficoltà mai sperimentate, c’è chi si avvantaggia innegabilmente. Leggi il seguito di questo post »

Annunci




GUIDO, IL NIPOTINO D’ORO DI CAMILLO. (RUINI)

5 02 2010

Apprendo oggi, (ma forse voi lo sapevate già) che Guido Bertolaso, ha tra i suoi molti punti di forza e merito, oltre che una sfilza di onorificenze (cittadinanza onoraria di Ostuni, cavaliere di Gran Croce onore al merito della Repubblica, Medaglia d’oro al merito nella Sanità Pubblica, Medaglia d’argento di pubblica benemerenza della Protezione Civile, e due lauree honoris causae), ha dalla sua, una cosa che mi sembra sia, in realtà forse la più importante, ma anche la meno nota: è infatti il nipote di Camillo Ruini. (fonte, wikipedia) Leggi il seguito di questo post »





BERTOLASO, L’ULTIMO EDITTO.

2 02 2010

Da almeno due anni, i cittadini del quartiere di Santa Barbara, avevano presentato un progetto di riqualifica per Piazza D’armi, la più grande area verde all’interno dell’Aquila, dotata di un campo di atletica e di un capannone con campo da basket.
Un’area che gli Aquilani ben conoscono e che frequentavano quotidianamente per attività sportive o per una semplice passeggiata all’aperto, nella periferia, tra i palazzoni. Un’oasi, insomma. Leggi il seguito di questo post »





TUTTI A PIAZZA D’ARMI!

1 02 2010

E’ per stamattina alle 12 a Piazza D’Armi, angolo con via Antica Arischia, l’appuntamento. Leggi il seguito di questo post »