AVANTI IL PROSSIMO

10 06 2010

Tornano le luci della ribalta a casa nostra: Le tasse,i mutui, i processi contro gli imprenditori, gli amministratori, i presunti colpevoli di aver costruito male, il processo contro la Commissione Grandi Rischi, colpevole di non aver attuato misure PREVENTIVE.

(Attenzione, non si mette sotto processo nessuno per non aver previsto il terremoto, e nemmeno per aver detto “tranquilli”, pur non avendo elementi per simili rassicurazioni; la Commissione è sotto processo per non aver preparato nessun piano d’emergenza, per non aver allestito alcuna struttura d’emergenza nel caso in cui qualcosa fosse successo.

Insomma, per non aver preso nemmeno una di quelle minime misure di sicurezza che non più di un mese fa sono state adottate a Roma per la piena del Tevere, ad esempio. Piena che si è risolta senza alcuna esondazione; eppure, nel caso ci fosse stata, lì sarebbero stati pronti; nonostante il livello dell’acqua non avesse dato gli stessi 4 mesi di  preavviso come ha fatto a noi il terremoto.

L’ACCUSA DI OMICIDIO COLPOSO PREVEDE CHE SUSSISTA COLPA ANCHE PER NEGLIGENZA,IMPRUDENZA IMPERIZIA)

Chiusa parentesi, è di oggi la notizia che un altro riflettore si accende su quanto andiamo dicendo da mesi e mesi sulla spacciata ricostruzione; e torna ad accendersi sul senatore Denis Verdini, indagato anche a L’Aquila dopo Firenze (grandi eventi) e Roma (eolico).

C’è da dire che non lo indaga la procura rossa dell’Aquila, che pericolosamente istiga (secondo Berlusconi) le menti fragili aquilani a compiere gesti inconsulti, ma la Procura Nazionale Antimafia.

L’accusa è di aver favorito imprenditori amici, nel Consorzio Federico II, con legami politici ad ogni livello (nazionale, Gianni Letta- locale Gianni Chiodi, Presidente della Regione e Commissario per la Ricostruzione, più qualcuno anche nel Comune dell’Aquila che a quel consorzio ha affidato 5 lavori di puntellamento, verosimilmente opere da centinaia di migliaia di Euro)

Insomma, sono mesi che se ne parla, oggi arriva una prima conferma che nel corso delle indagini qualcosa è venuto fuori. Per oggi si fa il nome di Verdini, ma in questo articolo di Repubblica (che non avremmo mai letto se fosse in vigore la legge bavaglio) i nomi che saltano fuori sono anche altri, e ci riguardano più da vicino.

Avanti il prossimo!

Share


Azioni

Information

6 responses

10 06 2010
Fiorella

Quello che mi fa più schifo è primo che Verdini ne parli con naturalezza, come se le, chiamiamole così, “raccomandazioni” fossero una cosa di cui non doversi vergognare neanche un po’ (il che dimostra che tale sistema è talmente consolidato da essere diventato per loro NORMALE); secondo che anche le imprese aquilane del Consorzio Federico II si siano prestate a questo sporco gioco; spero che, alla luce dei vergognosi fatti emersi, siano state escluse da qualsiasi lavoro da svolgere all’Aquila….. Quanto poi alle infiltrazioni mafiose, con la mafia al governo, non mi sorprende più di tanto, anche se mi indignano ferocemente!

Mi piace

10 06 2010
Avanti il prossimo

[…] approfondire consulta la fonte:  Avanti il prossimo Aggregato il   10 giugno, 2010 nella categoria Banche, Finanziamenti, Mutui, Statistiche, […]

Mi piace

10 06 2010
bilanciosociale

perchè non preparare un piccolo dossier di 2 pagine e distribuirlo in giro? con fatti accertati, inchieste in corso, ritardi, testi intercettazioni. zero politica, solo fatti: un documento che spieghi cosa è successo.

ognuno ne stampa 100 copie e lo distribuisce in giro. bus, panchine, piazze, sale d’aspetto

che ne dite?

Mi piace

10 06 2010
Federico

Mi sembra un ottima idea. Su questo blog c’è una marea di informazioni utili allo
scopo.

Mi piace

10 06 2010
Inneres Auge

Queste procure rosse sfidano il cavaliere ma lui era e resta imperterrito e sconfiggerà il male! Ora querelami

Mi piace

10 06 2010
Franco Taccia

Da quache tempo non si sentono piu’ i comitati per la cittadinanza onoraria a Bertolaso.
Ho un’idea per rilanciarne l’azione: chiediamo la concessione della cittadinanza onoraria per tutti i signori sotto inchiesta da parte dell’autorità giudiziaria.
Solo che con questo andazzo c’è il rischio che qualcuno non si possa presentare a ritirare il “premio”…….

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: