EROE E’ CHI AFFONDA LA LAMA

19 05 2010

Adesso non mi venite a dire che è un eroe.

Ho avuto modo di vederlo al lavoro. L’ho visto far registrare ore ed ore di interviste per mesi e mesi, nella mia città. Per denunciarne lo stato di totale abbandono, per denunciare quello che fino ad allora nessuno aveva detto: che L’Aquila è stata, era all’epoca in cui sono venuti ad intervistare me e i miei amici concittadini, ed è tutt’ora una operazione d’immagine del Governo Berlusconi. E non solo: è stata ed era allora un luogo ove si sperimentava la privazione delle libertà individuali, oltre che un luogo di speculazione gelatinosa, di malaffare politico ad ogni livello.

E di tutto quello che i suoi redattori hanno visto, registrato, di tutto quello che hanno capito grazie a noi, che gli abbiamo portato quei dati, quei documenti che ci avevano aiutato ad orientarci, a capire cosa ci stava succedendo, nulla è andato in onda.

Mai, e mai ci andrà.

L’Aquila, per il suo programma di successo, è stata una scenografia mostrata con la giusta illuminazione, in un collegamento esterno che nulla ha portato, se non alla stessa domanda che mesi più tardi ha scandalizzato però di più della prima volta. Quel “ma allora preferivate i container?”, quella oscena, indecente, disonesta domanda tendenziosa ed irrispettosa della complessità ed organicità delle nostre giuste e motivate obiezioni al “miracolo aquilano”.

Quella è stata la sua attenzione a L’Aquila. E poi filmarono ancora.

Eravamo in carriola, e continuavamo a incocciare contro quel muro di gomma che ci opprime. Lo facevamo allora, lo facciamo oggi. Lo faremo domani, e non perché potranno esserci le sue telecamere. Perché è così che reagiamo. Sarà sbagliato, ma non moriremo in silenzio.

Il silenzio, a lui non è stato imposto, se lo è scelto. Eroica auto-censura.

Bruno Vespa, non ha gradito la lauta buonuscita di cui si parla nei giornali di oggi: dice che “la persecuzione è evidentemente un buon affare, un qualcosa di redditizio”.

E’ piccato Bruno Vespa. Lui ha fatto il suo ignobile spettacolo sulle carriole, le ha usate platealmente per diffondere il suo messaggio. e per quel messaggio, è stato attaccato.

E Santoro, invece, ha avuto per mesi il coltello dalla parte del manico; glielo abbiamo messo in mano noi.

Eroe è chi affonda la lama.

Santoro l’ha solo tenuta tra i denti per mesi. E voi italiani non lo avete nemmeno saputo.

Sventurato il paese che ha bisogno di eroi.

Share


Azioni

Information

15 responses

19 05 2010
Miss Kappa

Sottoscrivo ogni parola. Mi son sempre rifiutata di scrivere su Santoro. Non mi piaceva prima. Non mi piace ora. Non mi è mai piaciuto. Con noi, poi, ha avuto un comportamento scandaloso. Al pari dei suoi autorevoli colleghi di questa tv spazzatura che io non guardo.

Mi piace

19 05 2010
Antonio

Non me lo aspettavo, ma poteva succedere. Qualche indizio c’era stato: il Re berlusconi non voleva più Annozero, e si sa: un Re può uccidere a fucilate un ragazzo di 19 anni che dorme e non passare nemmeno processo.
Potrebbe essere che a Santoro sia stato detto che o prendeva i soldi e lasciava o sarebbe stato trovato nella sua auto o in casa sua mezzo Kg di cocaina. Queste sono solo supposizioni, forse gli hanno detto di più, forse gli hanno detto di meno, o forse Santoro ha pensato: in fin dei conti qualcosa ho fatto, i soldi li ho acchiappati, ora me ne offrono ancora… ma chi me lo fa fare…
Quest’ultima ipotesi la darei con poca percentuale, ma una ragione ci sarà stata e sicuramente non sarà quella che lui dirà nella conferenza stampa che farà. In fondo il motivo non ha molta importanza per noi. Se io ti chiedo la tua bicicletta, e tu mi dici: no, perchè… io ti fermo, perchè a me non interessa il motivo; per me vale il fatto che non avrò la tua bicicletta, il resto sono solo parole.
Antonio.

Mi piace

20 05 2010
sarasx

Grande post!!!!!! Esattamente quello che penso. Si crede ai pseudo eroi, e non solo. Si crede che basta seguire quel che dicono e già si è fatta la rivoluzione. E le parole della gente normale, i loro racconti, le testimonianze, non contano niente? Tanto si parla di libertà di stampa e poi non si conosce neppure il senso di quel che si sta a dire.
Eppure basta un po’ cercare e si arrivano a scovare le vostre storie, le vostre testimonianze, eppure basta un po’ ascoltare e tanta Italia è stata a vedere cosa succedeva in Abruzzo. Il fatto è che non avendo la luce giusta poi che fatica che ti creda qualcuno…

Mi piace

20 05 2010
Fiorella

Aspettiamo di conoscere le motivazioni di questa decisione, ma…che delusione!!!

Mi piace

20 05 2010
vitto40

Non lo considero un eroe, ma nemmeno una merda.
Poteva fare di più, ma non lo critico perché ha preso i soldi e se n’è andato. In fondo 10 milioni sono meno di quello che prende Vespa in un anno, tra Rai ed indotto. E per come l’hanno trattato, è una specie di patteggiamento. Ha levato il disturbo ma nemmeno io me ne sarei andato gratis.
Per giudicare aspetto una dichiarazione ufficiale.
C’è anche chi accusa la Guzzanti di speculare sulle disgrazie dell’Aquila. Ormai tutti sembra speculino su di voi tranne Bertolaso e Anemone che invece pare siano eroi.
Chissenefrega della Rai, di Mediaset e della TV. La verità qualcuno la dice, ma pochi la vogliono ascoltare. Ognuno ha le sue idee e guai a chi le mette in dubbio.
Finchè non cambia questo atteggiamento non andremo da nessuna parte.

Mi piace

20 05 2010
Federico

Caro Vitto40, piacere di leggerti tra i commenti.
Mi domando come tu possa pensare che io critichi Santoro per la sua buonuscita. Le osservazioni che faccio, sono altre.
La Guzzanti poi ha fatto un buon lavoro e gliene do merito.
Da come scrivi, mi viene da pensare che tu non sia aquilano, e che tu appartenga alla folta schiera di coloro che si sono semplicemente stancati di sentir parlare dell’Aquila quando hanno scoperto che quì torna a governare la destra.
Ingrati per una fazione, e fessi per l’altra.
Ma nella realtà, io so cosa avrebbe potuto decidere di dire Santoro sulla Protezione Civile. Le carte le aveva tutte, e gliene avevamo raccontate di tutti i colori su quello che stava succedendo a noi, quì.
E’ Santoro che ha deciso di parlare SOLO del Salaria Village. E’ lui che ha deciso di fare “lo scandalo sessuale”, più che raccontare una verità più complessa da spiegare, se vuoi, ma senz’altro più utile alla società cui si rivolge.

Mi piace

20 05 2010
vitto40

No infatti non sono Aquilano, e non parlavo di te ma facevo una lista di motivi per cui è stato criticato Santoro. In primis dallo stesso Vespa, che invece è Aquilano ma mi sembra si sia stancato di parlare de L’Aquila quando sono cominciati i casini.
Io sono stato tra i tecnici volontari che con una mappa alla mano siglavano gli edifici pericolanti e quelli ancora abitabili, ho vissuto qualche giorno in una tenda con la Protezione Civile e qualche giorno in un albergo con degli sfollati di Bazzano. Già allora c’erano un sacco di cose che non mi erano chiare. Ho seguito poi l’evoluzione attraverso questo blog e in generale attraverso internet, e si capiva benissimo parecchio tempo prima che scoppiasse lo scandalo che le cose avevano preso una piega strana.
Non giudico le elezioni, anche perché quei pochi Aquilani che ho conosciuto e di cui ho il numero erano stupiti almeno quanto me del risultato. E non mi sono stancato di sentir parlare de L’Aquila. Anzi. Come te sono stanco di sentire sempre le stesse cose senza che nessuno approfondisca. Quello su cui non sono del tutto d’accordo è sulle responsabilità. Santoro non può andare oltre quello che scrivono i giornali, se hai ascoltato le intercettazioni telefoniche dell’Agcom era chiaro che altrimenti sarebbe stato oscurato. Ma perchè nessun altro ha voluto osare? Bastava informarsi un minimo… Il mio sospetto è proprio che alla gente non freghi niente di questa storia e che associ L’Aquila all’Irpinia, pensando che se ancora ci sono le macerie in giro è perchè non volete rimboccarvi le maniche. Il che è pure peggio.

Mi piace

20 05 2010
Federico

Che si pensi questo di noi, ormai mi è chiaro.
Perché non ci si sia spinti più in là, nemmeno con i giornali?
Perché molti dei loro editori sono politici, o hanno referenti politici che seppur di opposizione, il loro contributo a questo stato di cose l’hanno dato.
Siamo appena all’inizio, ma non mi stupirei di avere sorprese dalla “sinistra”, con il prosieguo delle indagini sulla cricca, il sistema gelatinoso, e così via.
Del resto, Bertolaso, è venuto fuori con Prodi.
Purtroppo sono quasi certo che la mia realtà quotidiana sia più bipartisan di quanto sarei disposto ad accettare.

Mi piace

20 05 2010
vitto40

In pratica è una discussione su chi sia nato prima tra l’uovo o la gallina… Se è venuta prima la disinformazione (o l’insabbiamento) o chi pensa che la responsabilità sia comunque vostra. Sta di fatto che la situazione non è accettabile e a nessuno interessa nulla di voi, ma sono tutti affezionati al proprio portafogli e alle proprie idee da ignoranti che ragionano con luoghi comuni.
Continuerò a seguire gli sviluppi pregando per voi e sperando in una luce in fondo al tunnel. Quello che posso dire a mia discolpa è che mi vergogno di condividere il mio Paese con gente del genere.

Mi piace

20 05 2010
maria giulia

e’ sempre stato un uomo , borioso , arrogante , saccente , sempre pronto
a sminuire gli altri , convinto di essere il migliore .
non mi e’ mai piaciuto

Mi piace

20 05 2010
Fiorella

Santoro non è certo un eroe, ma neanche un coniglio!!!!
E’ stato preso per SFINIMENTO…Dà fastidio a tutti, centrodestra e centrosinistra, infatti le sue “dimissioni” sono state accettate all’unanimità, con due astenuti. Comunque, a mio parere, per la RAI in fatto di audience e quindi di profitti sarà una grossa perdita. E’ probabile che si dedicherà a qualche altro genere televisivo, come la “docufiction”, come da lui stesso dichiarato, e che ne verrà fuori qualcosa di molto interessante.. ….

Mi piace

22 05 2010
minataor

mi spiace federico, ma questo è stato uno dei temi su cui non sono proprio riuscita ad entrare…già dalla tua lettera aperta, ma, tra i suoi infiniti e umani errori io ho sempre detto e dico anche oggi GRANDE santoro.
in barba alle critiche che lo vogliono saccente, coniglio, arrogante e via di seguito…
non sono stata molto d’accordo con i temi che sono venuti in ribalta la sera in cui si è parlato dell’aq ad anno zero…ma questo non pregiudica anni di lavoro all’insegna di …un mazzo tanto e suppongo che nessun eroe , se di eroi si parla, non abbia mai perso una battaglia in vita sua… e credo che già per essere così controtendenza un bel pugnale il michelone l’ha affondato diverse volte…
ho sempre apprezzato e rispettato il lavoro di un giornalista come lui e pochi altri come lui…e non credo che debba essere messo alla gogna e se qualcuno stesse pensando di fare i conti in tasca a qualcuno lo facesse con un ‘intera classe politica che ruba ruba e ruba senza fare un cazzo , almeno santoro in vita sua qualcosa o più di qualcosa di buono l’ha tirata fuori. direi che VITTO40 non ha detto poi delle eresie.
a 35 anni ho imparato che nulla è più soggettivo della definizione di eroe!

ps. ho vissuto i miei ultimi 17 anni a aq, tutti in pieno centro… non sarò aquilana di nascita (visto che tutti si/ti chiedono se lo sei o meno ogni volta che hai la tendenza a criticare!) ma mi ci sento praticamente da sempre, ho difeso l’aquila e gli aquilani in ogni occasione mi si sia presentata, amo questa città e ho pianto per devastazione e morti…nonostante dal 6 aprile io abbia capito che vuol dire essere extracomunitari senza permesso di soggiorno O_O … !!! ma non me ne frega. love is forever🙂

Mi piace

22 05 2010
minataor

..entrare in sintonia con le tue parole (si è cancellato!)

Mi piace

23 05 2010
Inneres Auge

Santoro è in Rai per effetto di una sentenza della magistratura. Non lo vuole il pdl ma nemmeno il pd. Il giornoprima di andare in onda per la prima puntata, il vicedirettore di RaiDue, Liofredi, ha detto “Fosse per me Annozero non andrebbe mai in onda”. Prima di fare la puntata sul caso ‘Giampi’ il ministro Scajola ha presentato un esposto all’AGCOM. Per mesi il presidente del consiglio ha fatto pressioni sul presidente dell’AGCOM, Calabrò e sul direttore generale Rai, Masi, affinchè Annozero non andasse in onda o fosse costretto a qualche taglio. Infatti son stati sospesi i talk show e vietate le docufiction. Bè io ti dico che davanti a tutte ste pressioni una persona attaccata al denaro e al posto, avrebbe mollato subito. Io ammiro Santoro per l’ostinazione e la caparbietà e spero che continui a fare il suo valoro, in qualsiasi modo. Così come rivorrei Luttazzi, i Guzzanti, Marcorè e tanti altri in tv.

Mi piace

11 11 2014
federico

io, mi vergogno di vivere in questo paese con persone come te (Vitto40)

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: