COMUNE INGRATO

21 04 2010

A L’Aquila, in Consiglio Comunale mesi fa, degli scellerati avevano presentato una mozione per conferire la cittadinanza onoraria a Guido Bertolaso.

Proposta fatta da consiglieri del centrodestra. La città, come prevedibile, s’è spaccata in opposte fazioni, ma la proposta era di quelle che non potevano essere lasciate cadere senza dargli importanza.

Sin dall’inizio ho sposato insieme a tanti amici, la causa di chi si opponeva. Nei mesi, ho trovato sempre più ragioni per oppormi a quest’atto, che avrebbe sancito lo spregio istituzionale dei più importanti valori democratici. Chi è sotto inchiesta, specie se si trova sotto inchiestE, non può e non deve ergersi (né essere eretto) a vittima sacrificale. Vale per tutti. Dal Presidente del Consiglio in giù e in su.

Dopo l’emergenza, gli scandali delle intercettazioni, gli sciacalli ridens, le denunce per mancato allarme e conseguente omicidio colposo (tutte ipotesi di reato, al momento), L’Aquila ha detto no.

La mozione è stata votata con 14 no, 1 astenuto, due si. Gli altri sono pure usciti dall’aula.

Per la prima volta da mesi, sono orgoglioso della mia città, del mio Comune.

Per la prima volta ho visto affermare un principio in cui mi riconosco: Bertolaso, non è martire, Bertolaso non è eroe. Bertolaso è fallibile.

A L’Aquila, per più d’uno, ha sbagliato.

Bertolaso non è uno di noi. Bertolaso non è, e non sarà, cittadino onorario Aquilano.

E ora si può andare avanti, a testa alta. Come prima.

Anche il mio Comune, un anno dopo, ha voluto per sé l’etichetta che noi altri ci siamo presi da tempo. INGRATO.


Azioni

Information

11 responses

21 04 2010
lo_straniero

Praticamente l’hanno votata solo i due fascisti, che hanno presentato la mozione, eh? ah ah. Ora ne presenteranno un altra per conferire un titolo ecclesiastico, per Berluscoglioni, in occasione della Perdonanza?

Mi piace

21 04 2010
cettina

Un plauso a voi aquilani che avete saputo rispondere in piena coscienza alle nefandezze manifestate dalle “iene ridens” la notte del terremoto.

Postato nel blog di beppe Grillo, nel mio e su facebook.

Mi piace

21 04 2010
marzia

avete fatto bene. e la prossima mossa a quando Berlusconi verra’ a trovarvi. non tanto presto, pero’, ch’ ormai non gli servite piu’.
bravi, sono con voi!

Mi piace

21 04 2010
luigi scaglioni

Gli aquilani finalmente si accorgono di che grossa fregatura è stata loro data.

Mi piace

21 04 2010
Grande Capo du maroni

Sono contento della vostra scelta che non poteva essere altrimenti, come altrimenti non potevano che essere dei lecchini di berlusconi a fare una tale sconcia richiesta…un grande plauso da parte mia a voi tutti Aquilani…!!!

Mi piace

21 04 2010
gabriele

la miglior risposta…..anche a chi proponeva addirittura lettere di scuse per la contestazione del messaggio di Berlusconi durante l’anniversario del 6 aprile.

Mi piace

21 04 2010
troubledsleeper

finalmente!!! speriamo che sia solo l’inizio!!!! un saluto

Mi piace

21 04 2010
rossana

Ben fatto!
Se proprio bisogna dare la cittadinanza onoraria a qualcuno propongo “Pluto ju cane”………………..

Mi piace

22 04 2010
The Wolf

Il merlo disse al corvo “come sei nero!”

Ricordate quando ci fu la polemica tra Bertolaso e la Clinton sugli interventi ad Haiti? Vi rinfresco la memoria…

Da ilcorriere.it

MILANO – «Ci sono enormi organizzazioni coinvolte e moltissimo da fare, ma la situazione è patetica, e tutto si sarebbe potuto gestire molto meglio». Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, critica duramente la gestione degli aiuti dopo il terremoto di Haiti. E, durante la trasmissione “In mezz’ora” su Raitre, spiega che «il mondo poteva dare prova di poter gestire al meglio una situazione come questa, ma finora non ha funzionato». Riguardo alla massiccia presenza di forze militari Usa, Bertolaso ha aggiunto: «Era inevitabile e indispensabile una forte presenza dell’esercito americano, anche se i 15mila uomini non sono utilizzati in modo migliore. Le navi ospedale, le portaerei, non hanno rapporti stretti con il territorio, con le organizzazioni umanitarie che sono presenti sul posto. Ognuno fa la sua parte, ma in modo svincolato».

TECNICA D’INTERVENTO – «Gli americani – ha aggiunto – tendono a confondere l’intervento militare con quello di emergenza. Manca una capacità di coordinamento, utile per non disperdere gli aiuti che sono stati inviati. È stato fatto uno sforzo impressionante, encomiabile, ma non c’è una leadership. Serve un uomo, serve un Obama che gestisca le emergenze». Ed anche «Clinton che scarica le cassette della frutta» non è servito. «Sarebbe stata la svolta se lui avesse gestito l’emergenza in prima persona, invece se n’è andato». La «tecnica d’intervento» ad Haiti applicata dagli Usa, secondo Bertolaso, è quella già usata in passato a Goma, Ruanda e Cambogia. «Si viene qui, si dà un po’ da mangiare, bere e il problema per loro è risolto, ma è una contraddizione se non si pongono le basi per la vita futura».

BELLA FIGURA – «Troppo spesso – rileva Bertolaso – una volta arrivati sul luogo di un disastro, si pensa subito a mettere un grande manifesto con lo stemma della propria organizzazione, a fare bella figura davanti alle telecamere, piuttosto che mettersi a lavorare per portare soccorso a chi ha bisogno».

Che belle parole…
Lui si che potrebbe far tutto per tutti…
Se poteva comandare gli interventi ad Haiti ora non ci sarebbe più emergenza…
Pare che nelle prossime divise della P.C. Guiduccio farà stampare la S di Superman e mantelli rossi…
In fondo noi non abbiamo avuto la città militarizzata…nooo!!(cambiava solo il colore delle divise) e anche oggi quelli che vedete armati mica sono militari…noooo… sono medici del 118….o volontari che ci danno una mano.
E poi, voglio dire, qualcuno è andato a vantarsi in tv?? nooo ma dai non siate così leggeri…

Pare che dopo la decisione negativa del comune si stia muovendo il Vaticano per la canonizzazione in vita di Guiduccio…

Adesso che siamo un pò più liberi concentriamoci su quello che stanno facendo per la ricostruzione, se continua così ci vorranno vent’anni…
BASTA FAVOLE!!!

Mi piace

22 04 2010
titti cervale

Caro Federico, la vicenda sulla cittadinanza di Bertolaso con relativa polemica è sempre stata inutile. Ma di che parliamo? Non valeva neanche la pena di decidere in consiglio comunale. Io credo che i nostri obiettivi siano ben diversi e che il consiglio comunale debba occuparsi di cose ben più importanti vista la drammatica situazione dell’Aquila e dintorni. Anch’io sono contro la casta e le cricche varie, bisogna denunciare e si deve vigilare in modo attento ma mi dissocio anche da certi “aquilani doc” di cui ben conosco la mediocrità e le responsabilità politiche del degrado cittadino negli anni precedenti il terremoto. Ora li vedo “scarriolare” insieme alle persone oneste e belle della città, insieme alle nuove generazioni di cui tu sei un simbolo, che tanto investono delle loro energie nel tentativo di ricostruire una città migliore in tutti i sensi. Ora li vedo urlare nei megafoni addossando le colpe a tutti tranne che a loro. Penso proprio che ci sono certi aquilani a cui la cittadinanza andrebbe tolta.

Mi piace

25 04 2010
titti cervale

ERRATA CORRIGE – cittadinanza onoraria discussa in Commissione e non in consiglio comunale. Buon 25 aprile a ttue le menti aperte ed oneste consapevoli di vivere in una società in continuo mutamento

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: