IO VOTO

27 03 2010

Avevo scelto di non votare, e mantenuto la barra dritta fino a due settimane fa. E mi faccio schifo da solo, per non essere riuscito a mantenere fede a me stesso. Non c’entrano niente, i miei antenati che hanno dato il sangue per farmi votare oggi.

Lo so, che votando, mantengo in vita un circo equestre che mi fa schifo. Nessuno mi rappresenta. La destra mi ripugna, ma la sinistra non ha nessuno che sia netto e dignitoso come lo vorrei io. Nessuno, mi rappresenta. E non dovrei votare per nessuno.

Ogni volta, però, mi riescono a convincere che se non si vota adesso, le cose possono peggiorare. Onestamente, peggio di questo, non può che esserci la dittatura ufficializzata. L’ufficialità di uno stato di fatto, però non aggrava in nessun modo, quello che viviamo oggi. Lo sappiamo tutti.

Eppure,anche stavolta, magari per non potermi accusare domani di aver contribuito all’ultimo passo falso del mio Paese, io domani voto. Ma dopodomani, bisogna chiedere qualche testa su un piatto d’argento. Sennò non cambia mai. Ed è se non cambia nulla, che peggiora tutto.

Share


Azioni

Information

6 responses

27 03 2010
cristina barberis

Verissimo. Voto per lo stesso motivo, l’ultimo rimasuglio di scrupolo di coscienza.

Mi piace

27 03 2010
Maria Camilla Spadano

Si è vero ci hanno derubato di tutto, parlo soprattutto per la sinistra, per quanto rigurarda la destra non ne parlo proprio mi ripugna troppo. Mi riconosco in tutto quello che hai scritto, si deve andare a votare, a L’Aquila a maggior ragione per non far dire che anche voi ringraziate per il loro miracolo!!!!

Mi piace

27 03 2010
Antonio

Secondo me non è il nome del partito che vale qualcosa, ma vale l’uomo (o la donna) che decide, che fa le cose per il bene della Nazione. Da troppi anni, forse da sempre, viviamo di promesse fatte prima delle elezioni e poi ognuno pensa alla sua poltrona e al suo portafoglio. Io non vorrei dire che chiunque leader di qualsiasi partito dovrebbe avere la fedina penale pulita (supppongo che questo dovrebbe essere il minimo indispensabile per poter prendere decisioni per altre persone), ma tutti i membri, delegati ecc. dovrebbero essere al di sopra di ogni sospetto. I cittadini possono pensare che come si comportano loro nel “grosso”, anche noi possiamo comportarci nel “piccolo”, ma così facendo, non andiamo da nessuna parte. Prima all’estero ci ridevano dietro, ora se vedono un italiano pensano che al 90% sia un delinquente, visto da chi siamo governati. Ma non solo da ora, fu andreotti che iniziò con questa impostazione politica con la mafia che poi ci ha portato allo sfacelo fino ad oggi. Solo Prodi, con quei pochi grammi di maggioranza in più dell’opposizione, stava facendo delle buone cose per il popolo italiano. Certamente, per poterlo fare dovette buttare giù un rospo di alleanza che ha dovuto poi vomitare; ma senza quello non avrebbe potuto neanche fare quello che fece. E fece bene ad andarsene. Lo avrei fatto anch’io! Non mi volete? Io vi abbandono nella merda!
Da parte mia, farei più affidamento su di lui che su altri. Comunque per me possono essere validi: Bersani, Di Pietro e forse anche Grillo non sarebbe da scartare. Però di politica non ne capisco assolutamente niente, forse ne posso sapere di più di berlusconi, ma siamo da quelle parti, quindi non mi rimane altro che sperare bene. Una sola cosa vorrei che facessero i politici e che forse anche gli italiani apprezzerebbero. Per piacere, non fateci promesse, elencando tutte le cose che non vanno; non pensate che quelle cose le sappiamo meglio noi che voi? In fondo siamo sempre noi che non arriviamo alla fine del mese, e non voi. Piuttosto di fare promesse, fate i fatti, anche in silenzio; sono i fatti che contano, non le belle parole.
Antonio.

Mi piace

27 03 2010
cettina

Ottima decisione. Non votare significa arrendersi e lasciare che altri decidano per noi.

Mi piace

27 03 2010
Paolo

Con questa scusa che non votare vuol dire rinforzare chi vince, ci portano a fare qualcosa che non vorremmo mai: legittimare la casta. Perché è proprio questo che facciamo andando a votare, li legittimiamo. Ed è per questo che da anni vado lì e infilo nell’urna la scheda bianca che vuol dire: mi fottete lo stesso, ma non con il mio contributo. Oggi, come aquilano, il mio pensiero è molto meno nobile e molto più concreto, forse fino alla meschinità, ed è il seguente: dal mio punto di visuale (sanitario) stiamo subendo rapide da ogni lato, ma la più evidente è quella della Asl: oggi tutti noi siamo della Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Mi risulta che nella Marsica (saluto i tanti amici marsicani con affetto e stima) hanno schierato tutta l’artiglieria che hanno a disposizione (che non è poca) per prendere all’Aquila il prendibile. Attenzione, quindi a Del Corvo, che rappresenta i generali che hanno sferrato l’attacco. Penso che andrò a votare – turandomi il naso – solo per difendere quello che a noi aquilani è rimasto.

Mi piace

27 03 2010
Patrizio Rosi

Ciao Federico,
mi fa piacere che vai a votare, fai come me: prendi una boccata d’aria, entra nell’urna e dai un voto “utile” e un grazie di esistere a Sonia e Salvatore!!!!

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: