LAICO E’ MEGLIO

23 03 2010

A CIASCUNO I SUOI SIMBOLI

Non ci possono essere “alibi preventivi” o “coperture impossibili”  per quei politici o amministratori che  rubano, per proprio tornaconto personale, dalla “cosa pubblica”, con “grave scandalo dei cittadini comuni”. E’ severo il giudizio espresso dal presidente della Cei, cardinal Angelo Bagnasco che, aprendo stasera i lavori del Consiglio episcopale permanente, esorta gli uomini di Stato a porre  fine  “a comportamenti iniqui” e “contiguità affaristiche”, e a tornare “sul piano della politica vera”. E alla politica arriva un’indicazione precisa anche in tema di voto. “La vita umana va difesa – scandisce Bagnasco – innanzitutto dal delitto incommensurabile” dell’aborto. E questa difesa è uno dei valori “non negoziabili” in base al quale i cattolici devono votare nelle prossime regionali.

Questo quanto leggo su Repubblica.it, stamattina.

E allora, è forse il caso di analizzare quelle che sono le contiguità affaristiche tra lo Stato Italiano e la Chiesa Cattolica; il principio, è sempre quello: chi è senza peccato, scagli la prima pietra.

Credo che la Chiesa sia la meno indicata a dare lezioni di rettitudine: un’inchiesta del 23 Settembre 2009 pubblicata su “Il fatto Quotidiano”, a firma Peter Gomez aveva evidenziato una serie di interessanti notizie, che non mi risulta nessuno abbia finora smentito: Il Vaticano, Il Governo, Comunione e Liberazione.

Un trittico che fa girare milioni di Euro per le attività più disparate,in Italia: il tutto attraverso LA CASCINA (“braccio secolare di Comunione e Liberazione”), una “holding di cooperative da più di 200 milioni di Euro l’anno”.

L’inchiesta, condotta dalla evidentemente rossa (ma tinta di un rosso non cardinalizio..) procura di Lagonegro, aveva portato ad indagare,tra gli altri, Gianni letta con tre capi d’accusa: turbativa d’asta, abuso e truffa.

Il motivo è semplice, e oggi che dell’emergenza abbiamo imparato a conoscere i risvolti affaristici, sembra ancora più convincente.

Undici giorni avrebbe, secondo gli inquirenti, impiegato nel 2008 Gianni Letta per far aprire un CPT (centro permanenza temporanea) a Policoro, la cui gestione è affidata con chiamata diretta alla Auxilium di Chiorazzo, uno dei manager di Cascina: le cifre sono interessanti.

Ogni ospite del CPT viene pagato dallo Stato al gestore del CPT la bellezza di 50 € al giorno, un po’ come i nostri terremotati Abruzzesi che continuano a restare sulla costa, o in montagna ancora oggi, un anno dopo il terremoto.

Perché non fare un appalto? Come si regge un tavolaccio le cui tre gambe sono Chiesa, Governo, Cooperative o aziende private(con le giuste conoscenze pubbliche)? La quarta gamba è l’ EMERGENZA NAZIONALE, e il gioco è fatto, allora come oggi.

E poi, la loro nuova crociata: la Chiesa si scaglia contro l’aborto: non votare chi appoggia questo crescente scempio di vite umane.

Alcune di quelle giovani vite che una così nutrita fetta di appartenenti al Clero, perversamente ama: la necessità attuale è chiara. Smarcarsi dallo scandalo della pedofilia dilagante e efficientemente messa a tacere per decenni, e riguadagnare il pulpito su cui ergersi per scagliare la predica contro noi “peccatori”.

Insomma, meglio intromettersi nella legittimità etica delle leggi Italiane,delle scelte politiche, piuttosto che cercare in casa propria ragioni per una seria autocritica.

Per restare una buona volta, in silenzio.

Truccare le carte, denigrare, rendere sporco l’avversario è un mezzo efficace, ma solo verso chi è ancora disposto a crederci: quando sono tutti sporchi, nessuno è sporco. Ma qui, non è il caso di incominciarsi a dire quanto è sporca la Chiesa?

E quanto la politica? E quale politica? Tutta?

E’ la notte in cui tutte le vacche sono nere, ed è impossibile orientarsi, in questo marasma.

Non giova forse a chi oggi vacilla sotto il peso dei suoi meritati scandali, far credere che altri siano peggio?

Non ho lezioni da dare, indicare io per tutti cosa o chi sia meglio.

Ma mi infastidisce che sia proprio la Chiesa, al momento tra i più putridi protagonisti della scena mondiale, a voler ancora una volta impartire lezioni a noi, che ne osserviamo di porcherie: dall’una e dall’altra parte.

Un buon motivo per abbandonare vecchie certezze, cercando nuovi punti di riferimento, ripartire dalla nostra morale. Laica.

A sbagliare, siamo bravi da soli. E sapremmo, subito, di chi è la colpa.

NB. Anche in questo post, come nei precedenti, si riconosce agli accusati la presunzione d’innocenza, fino a prova del contrario. Il problema, è trovarle.

Share

L'articolo citato. Il fatto quotidiano 23.9.2009. Non mi invento nulla.


Azioni

Information

2 responses

23 03 2010
giannina

parliamo pure di pedofilia…..e raddoppio la quantità di arance da portare alle Costarelle!!!!! Un bacio

Mi piace

24 03 2010
antonio

Che il vaticano sia una sorta di associazione per delinquere, è ormai risaputo; ma perchè dobbiamo finanziarla con 9 miliardi di euro all’anno, questo proprio non lo capisco!

http://ilpopolosovrano.splinder.com/post/16712773/

Non pensate che Provenzano potrebbe offendersi? Quanto spendiamo per Provenzano? Mezzo litro di latte al mattino, tra pranzo e cena : 3 euro? l’acqua per lavarsi e il riscaldamento per l’inverno? Una saponetta al mese? Se Provenzano (scritto in maiuscolo ma non il vaticano) protestasse, per me avrebbe ragione! Perchè questi favoritismi? Oltre tutto Lui ha trascorso quasi tutta la vita in una stamberga, con una macchina da scrivere manuale; quando ha voluto la televisione (stupido!) si è fatto scoprire! (ma si può pensare che c’è bisogno di un’antenna televisiva in un casottino per attrezzi… Scusate, ma non c’è più la mafia come una volta… e meno male!!!!

E’ una provocazione o è la realtà?
Antonio.

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: