GRAZIE (lettera aperta a Riccardo Iacona)

22 02 2010

Egregio dott. Iacona,

le scrivo ora, all’indomani della puntata andata in onda ieri sera sulla ricostruzione dell’Aquila, per farle i miei e credo “nostri” complimenti più sinceri.

Lo faccio pubblicamente, così come solo tre giorni fa scrissi ad Annozero e Michele Santoro riportando il giusto sdegno che quella trasmissione aveva destato in tutti noi.

La sua, la vostra trasmissione è stata bella, in maniera commovente.

Le vostre parole, sono le nostre.

La realtà è quella che voi avete studiato e frequentato per mesi, conoscendoci e stabilendo un rapporto fiduciario con la nostra gente.

Abbiamo visto i nostri dubbi, le nostre angosce, i nostri rimedi pratici ed improvvisati a tutte quelle risposte che la Protezione Civile ed il Governo non ha saputo darci finora.

Abbiamo visto persone contente dei loro MAP, ed altri contenti delle loro C.A.S.E., ma ugualmente con la voglia,l’angoscia di non perdere la nostra città d’arte.

La nostra fretta di metterci al lavoro, per essere parte attiva (e finalmente ascoltata) nei momenti in cui si deciderà il destino della nostra L’Aquila.

Abbiamo visto i nostri scandali giudiziari, affacciarsi alle cronache di domani come da mesi andiamo professando inascoltati dalla maggioranza dei media, che preferiscono dipingerci come esasperati, esaltati, ingrati.

Questa parola, ingrati, c’è stata affibbiata come un marchio, in questi mesi.

A me pure tantissime volte, quando ho fatto informazione con i mezzi di un ragazzo, col mio blog. E lo stesso ai tanti Aquilani che scrivono su giornali via web, giornali freepress, altri blog.

Non ce ne siamo mai curati. Ma iniziavamo ad essere stanchi di restare da soli.

La vostra trasmissione arriva come una boccata d’ossigeno.

Quello stesso ossigeno che mi è mancato, ieri guardandovi: siete passati sotto quella che era, (anzi,è) casa mia. Fuori dalla zona rossa. L’avete indicata, ed inclusa nel novero di quelle che oggi potrebbero essere già riabitate. Come vorrei fosse così. Come era il 6 Aprile, è anche oggi. Mesi dopo il vostro passaggio. Mi avete emozionato, CI avete dato quella voce che merita la nostra verità, quella che tanti italiani non sanno, e quella che tanti sedicenti professionisti dell’informazione ci negano, da troppo tempo.

E allora grazie, dott. Iacona. E grazie a tutta la vostra redazione. So che siete tanti e vi ringrazio tutti.

Vi aspettiamo con speranza per il seguito della storia, c’è altro da raccontare.

C’è la novità delle ultime settimane,da far vedere.

Domenica 28 Febbraio ci ritroveremo ancora nella zona rossa, ma stavolta con carriole e pale, per togliere noi quelle macerie che la burocrazia ha immobilizzato da un anno, e che la politica (locale e nazionale) lascia marcire ancora oggi. Vi aspettiamo.

C’è quella che è stata definita la NUOVA RESISTENZA AQUILANA. Nata dai nostri padri,madri, da ragazzi del posto, come me, e da tanti meno giovani, ma non nello spirito..

Tutti vogliamo ricostruire con le nostre mani la città. Vigilare, scacciare sciacalli da qui, scacciare chi continua a raccontarci in maniera distorta.

Ed accogliere a braccia aperte quelli che come voi, possono camminare nelle nostre strade a testa alta, e col diritto di farlo.

Federico D’Orazio

Share


Azioni

Information

43 responses

22 02 2010
Maurizio

Bravo Federico.

Mi piace

22 02 2010
claudio

grazie, menomale che c’è ancora qualcuno che ha a cuore la nostra causa e che continua a perseverare con del giornalismo vero, purtroppo non posso dire lo stesso di molti altri.

Mi piace

22 02 2010
roberta

è stata una bella puntata di approfondimento che ha raccontato bene una situazione tanto complessa quanto triste che noi persone lontane dall’abruzzo fatichiamo a comprendere, complice anche la mancanza di un’informazione completa a riguardo

Mi piace

22 02 2010
marinalennon

Iacona è stato davvero un grande ha fatto vedere finalmente la realtà di come stanno le cose a l’Aquila…
Io sono disgustata di vedere una città abbandonata a se stessa, da chi ha potere dopo tutto quello che hanno fatto volontari di ogni associazione…
Io sono volontaria da 14 anni della croce rossa e l’anno scorso a l’Aquila/Abruzzo ho fatto 60 giorni e quest’anno a gennaio ne ho fatti 20..
Sono indegnata!!!
L’Aquila deve risorgere con l’amore degli Aquilani e di tutti quelli che amano come me questa citta..
Io mi considero cittadina d’Abruzzo e non vi lascerò mai soli,e non lo dico come volontaria di croce rossa,ma da persona civile che ha fattto entrare nel cuore gli aquilani/abruzzesi e non li lascerà mai uscire..

P.s: sono anche su facebook come marina lennon

Mi piace

22 02 2010
Rita

Grazie, ieri sera su RAI 3 finalmente LA VERITA’ … Una trasmissione eccellente … spero che gli italiani (almeno una parte) si siano resi conto del disastro che stiamo vivendo …. siamo circondati da sciacalli che pensano solo allo sfruttamento della tragedia. Tanta cupidigia e poco senzo civico!

Mi piace

22 02 2010
VINCENZO MACCHIAROLA

Grazie a nome di chi ha vissuto in Abruzzo e non dimentica la gente eccezionale dell’ Aquila.
Vincenzo Macchiarola

Mi piace

22 02 2010
ChiaraStella

Ciao Federico,
non ricordo di averlo fatto, quindi ti ringrazio per la spontaneità illuminante con la quale descrivi il quotidiano nella nostra comunità.
Anche io sono rimasta senza fiato, prima nel nostro emozionante centro storico e poi vedendoci finalmente rappresentati su Presa Diretta.

Grazie anche a Riccardo Iacona ed ai professionisti dello staff, che spero abbiano messo la pulce nell’orecchio un po’ a tutti gli increduli sulla faccenda degli appalti edili. Ricordiamo che un costruttore aquilano si era candidato all’appalto del piano C.A.S.E. con un progetto antisismico identico a quello dei vincitori, ma è stato scartato perché ha partecipato con un prezzo “troppo economico”.

Un abbraccio,
C*

Mi piace

22 02 2010
rossella

Sì, veramente una bella trasmissione, completa nelle informazioni e anche emozionante, almeno per chi, pur non essendo aquilano, l’aquila l’ha conosciuta bene ed amata fino in fondo. Spero che il dott. Iacona continui a vigilare sulla ricostruzione e ad informare periodicamente gli italiani.

Mi piace

22 02 2010
Marta

Grazie mille per al puntata dedicata alla falsa ricostruzione dell’Aquila!!!Ora anche chi è lontano e non può vedere con i propri occhi sa come vanno davvero le cose li!!Continuate cosi!!

Mi piace

22 02 2010
Maria Camilla Spadano

Grazie Dott. Iacona,
finalmente la verità, una trasmissione che è giunta direttamente al cuore e ha svelato, a chi non vive a L’Aquila, una triste realtà. Per quasi un anno abbiamo visto in televisione solo le case imbandierate simbolo del miracolo italiano!

Mi piace

22 02 2010
Emanuela Amici

La trasmissione è stata di estrema qualità, coinvolgente come sempre.
Una domanda urge da fare al premier e credo che stavolta dovrebbe proprio rispondere. PERCHE? Perché creare 19 agglomerati di case provvisorie ma costruite come definitive? Antisismiche ma senza negozi e piazze? Che ne faremo dopo? Gli interessi economici non giustificano da soli una tale assurdità.

Mi piace

22 02 2010
Ivan Pipicelli

Presa Diretta sempre eccezionale, come solo altri programmi di rai3 sanno essere.

Mi piace

22 02 2010
Valeria

Infinite grazie Dottor Iacona,
a lei e a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della puntata di ieri sera su L’Aquila.
Grazie x aver dato voce alla nostra disperazione e x aver mostrato quello che realmente è il miracolo aquilano..una colossale menzogna costruita a uso e consumo di quanti in tutti questi mesi hanno sfruttato una tragedia x i loro sporchi giochi di potere e per puro ed esclusivo tornaconto personale e d’immagine.
Ieri sera ci ha restituito giustizia e speranza ed ha dato a tutti una grande lezione di giornalismo.

Mi piace

22 02 2010
ezio bianchi

Caro Federico,
ho visto solo l’ultima parte della trasmissione, che ho condiviso come condivido l’espressione di gratitudine per vedere finalmente in luce cose che noi sappiamo da sempre essere vere.
Una boccata di ossigeno in un mare di informazione distorta.
L’obiettivo nostro immediato è “essere parte attiva (e finalmente ascoltata) nei momenti in cui si deciderà il destino della nostra L’Aquila”.
Ma c’è un altro obiettivo che è quello di trasformare la tragedia, il danno in opportunità di crescita: la distorsione dell’informazione nuoce a tutti, pensa a quanti italiani hanno ancora il concetto che “a L’Aquila tutto è a posto” così come quello che “la crisi non esiste in Italia” e si chiedono ogni giorno se sono pazzi loro o il mondo che li circonda.
E se riuscissimo davvero, insistendo con i blog, “IL CRATERE”, i siti web, qualche giornalista di buona volontà, a romperlo sto muro, non è detto che i benefici non possano essere estesi all’Italia per cui siamo stati spettacolo: perchè non sognare che sia proprio L’Aquila terremotata a dare l’esempio in Italia e che non possa partire da qui un moto di rinnovamento di cui l’Italia ha, oggi più che mai, assolutamente bisogno.

Mi piace

22 02 2010
Ivana

Aspettavo con trepidazione la puntata di ieri sera di Presa diretta! Finalmente ache fuori da l’Aquila hanno potuto vedere quello che succede qui, e com’è la situazione ad oggi. Speriamo che il bravo Iacona e la sua troupe ci seguano ancora…..perchè qui abbiamo bisogno di LORO e non di giornalisti meschini e opportunisti ! Bravo Iacona…..e bravo Stefano per la lettera…. doverosa!

Mi piace

22 02 2010
Luca

Sì, PresaDiretta è forse l’unico programma che racconta davvero come stanno le cose, facendo parlare direttamente i protagonisti e puntualizzando solo quando è necessario.

Come faccio da aprile scorso, un paio di volte al mese vado a L’Aquila (studio Informatica a Coppito) e, come sempre, la situazione non cambia mai: la ricostruzione è davvero misera. Sono stato l’ultima volta il 14 e 15 febbraio scorsi.

Per chi non ha potuto seguire l’intera puntata, già da stanotte ho visto che è stata pubblicata per intero su YouTube. Ho raggruppato le 10 parti in cui è divisa la puntata sul mio sito: http://www.rosatiluca.it/?p=2359 .

Un abbraccio a tutti. LUCA

Mi piace

22 02 2010
Simonetta

Presa diretta ha raggiunto l’obiettivo di aprire le menti degli spettatori. Era un’impresa immane, perché si trattava di illustrare una realtà complessa senza tralasciare alcuna componente. Iacona ha superato se stesso, ti dico solo che anche chi vi segue quotidianamente è riuscito a mettere a fuoco nuovi aspetti che finora erano sfuggiti all’osservazione. Questa è l’informazione di cui abbiamo bisogno, invio un ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito a farla, con grandi e piccoli mezzi. Però c’è ancora molto da fare, se è vero che ancora ieri il vostro primo rappresentante ha avuto il coraggio di dire che “per rimuovere le macerie si deve fare una norma ad hoc” che “le macerie non si possono caricare per colpa dell’attuale normativa” e che per farlo “si deve cambiare la normativa europea”. Ma se hanno sbancato intere montagne in un amen, in nome dell’emergenza, dell’urgenza, della cittadinanza, blablabla, ora ci vorrebbero far credere che loro, quelli del fare e dello strafare, non riescono a mettere insieme una flotta di camion e iniziare, finalmente, a ripulire le strade? Bè, forse sarebbe il caso di mostrargli come si fa….
Ciao, Simonetta

Mi piace

22 02 2010
ainos

per sfruttare in maniera sicuramente più interessante uno slogan riconoscibile vorrei solo dire : menomale che iacona c’è!

Mi piace

22 02 2010
raffaellacannone

la trasmissione di ieri sera è stata la degna conclusione di una giorntata da me dedicata completamente alla mia città……. finalmente è stato detto e mostrato ciò che noi aquilani diciamo e sappiamo già dal 7 aprile. qualcuno che ha coraggio e professionalità fortunatamente ancora esiste!
grazie dott. Iacona, contnui ad interessarsi dei nostri problemi e della nostra meravigliosa città.
per quanto riguarda Santoro vorrei dire che la trasmissione di Giovedì è stata semplicemente disgustosa, a noi aquilani dei massaggi di Bertolaso non ce ne frega proprio niente! e Santoro, da vecchio volpone quale è ci ha usato per accrescre il proprio audience e stop. mi sto convincendo che egli stia utilizzando Anno Zero per fare una sua battaglia personale contro Berlusconi e vendicarsi di essere stato estromesso dalla rai a suo tempo.
sicuramente non guarderò più anno zero, a meno che non faccia ammenda e riveda con occhi diversi la nostra situazione.
voglio infine dimostrare la mia solidarietà a M. Luisa Busi, giornalista che ammiro per la sua professionalità e che ieri, in mezzo a noi, ha dimostrato umiltà e sincero dispiacere per ciò che ci sta accadendo.
non è detto che le colpe dei padri (leggi Minzolin) debbano sempre ricadere sui figli. lasciamole fare il suo lavoro, vediamo cosa ne esce fuori e poi, semmai giudichiamo e crititchiamo.

Mi piace

22 02 2010
Loretta Scannavini

Grazie Iacona

Mi piace

22 02 2010
Alessio

Anche i non residenti si associano. E fanno sapere che non molleranno.

Mi piace

22 02 2010
Antonella

Grazie, la trasmissione di ieri sera ha finalmente portato alla luce la verità della situazione nella quale versa la provincia dell’Aquila dopo il terremoto. La sogno L’Aquila, il centro dell’Aquila, la sogno splendente com’era, vestita a festa nel periodo natalizio, sogno la nostra biblioteca illuminata dai lampadari regali, i portici pieni di gente e il passo affrettato delle Signore vestite impeccabilmente. Noi tutti, anche quelli come me che vivono nelle zone limitrofe, vogliamo che si sappia che non rinunceremo mai al cuore della nostra provincia, la nostra Agorà, il centro storico dell’Aquila, capoluogo D’Abruzzo.

Mi piace

22 02 2010
Eleonora

Grazie! c’è bisogno assoluto di trasmissioni di sola “inchiesta” senza gentaccia che bercia e vomita continuamente stronzate.

Mi piace

22 02 2010
giannina

grazie Federico e grazie iacona!!!!!

Mi piace

22 02 2010
Maria Luisa

Grazie anche da una non abruzzese, che pur non essendo tale ieri sera aveva il cuore a pezzi per quanto vi è accaduto. Finalmente una trasmissione che fa aprire gli occhi!

Mi piace

22 02 2010
Agostino

Grazie Federico e Grazie Iacona.

Mi piace

22 02 2010
silvia

grazie per aver mantenuto l’impegno di una’informazione sincera e diretta ed aver dato voce a quanti hanno vissuto e continuano a vivere questa tragedia.Sono argomenti molto delicati e sono stati trattati in modo egregio e chiaro senza demagogia ,cosa assai rara di questi tempi . Continuate così c’e’ ancora tanto da fare per chiarire quanto si cela dietro l’affaire “ricostruzioni” sia delle abitazioni che per tutto quanto riguarda i grandi restauri degli edifici storici!!!

Mi piace

22 02 2010
Serena

davvero grazie Iacona, l’inchiesta di Presa Diretta è stata ben fatta , ha seguito l’aquila dai pochi mesi dopo il sisma fino ad oggi e ha messo in luce i problemi degli aquilani. Fortuna che ci sono ancora programmi d’inchiesta che non siano l’ennesimo teatrino politico poco reale.

FORZA L’AQUILA QUATRA’

Mi piace

22 02 2010
Agnese

GRAZIE MILLE Dott. Iacona! Finalmente la verità raccontata per com’è!
Grande anche a te Fè…continua e continuiamo tutti così…!

Mi piace

22 02 2010
Mena Vicaretti

Dott. Iacona un grazie sincero per avere finalmente mostrato al mondo la verità! E un grazie soprattutto perchè ha dimostrato che nonostante tutto è possibile ancora fare giornalismo serio e indipendente. Continui così!
Grazie anche a te Federico, un abbraccio di cuore!
Mena

Mi piace

22 02 2010
elenamaria

Grazie dott. Iacona. E grazie anche a Federico. Egli ci tiene a sottolineare il fatto che parla solo a nome proprio. Io faccio mie le sue parole e le diffondo come e dove posso. Sapevamo quel che si è visto e sentito, finalmente anche chi non è qui sa! Chi ieri sera era sintonizzato su raitre non potrà far finta di ignorare o credere altro. Quel che avete visto è la realtà. Ancora grazie.

Mi piace

22 02 2010
mario petillo

ottimo esempio di giornalismo, informativo e di denuncia.
perchè i nostri politici non fanno un giro in Friuli e non si informano di un esperienza le cui metodologie di intervento fanno onore alla partecipazione di base della popolazione, all’impegno progettuale di professionisti seri, all’impegno di amministratori che stavano dalla parte dei cittadini?

Mi piace

22 02 2010
Matteo

Una bella trasmissione anche se un pò troppo ‘vecchia’

Mi piace

22 02 2010
antonio federici

Grazie di cuore

Mi piace

22 02 2010
maria giulia

grazie

Mi piace

22 02 2010
mimmo

Riccardo, Federico e tutti quelli che “non ci stanno”, tiremm innanz !

Mi piace

22 02 2010
franco taccia

RICCARDO IACONA: GIORNALISTA CON LA G MAIUSCOLA.
UN APPELLO AL SINDACO CIALENTE: ECCO UNA PERSONA CHE MERITA LA CITTADINANZA ONORARIA, PER L’ONESTA’, LA CHIAREZZA DELL’ESPOSIZIONE ED IL CORAGGIO DI DIRE SEMPRE COME STANNO VERAMENTE LE COSE E COME SI SVOLGONO IN REALTA’ I FATTI E PER AVER, COSI’ FACENDO RESO UN GRANDISSIMO SERVIGIO ALLA CITTA’ MARTORIATA DAL TERREMOTO E VILIPESA DAI COMMEDIANTI CHE DAL 6 APRILE L’HANNO USATA COME PALCOSCENICO DELLE LORO MESCHINITA’.
L’UNICO CAPACE DI FARE IL CRONISTA LEGGENDO LA STORIA E DESCRIVENDONE GLI EVENTI E NON CERCANDO DI MISTIFICARLA
RICCARDO IACONA: UNO DI NOI !

Mi piace

22 02 2010
barbara

Grazie.

Mi piace

23 02 2010
Federico

VI SCRIVO IL TESTO DELLA MAIL CHE PRESA DIRETTA MI HA MANDATO OGGI.

Caro Federico,
un enorme grazie da tutti noi per l’attenzione e per la bellissima lettera che ci hai voluto inviare. Abbiamo visto anche il tuo blog e i molti commenti ricevuti. Siamo molto felici del gradimento della puntata tra gli aquilani, continueremo a raccontare l’Italia ogni domenica alle 21.30 e vogliamo tornare presto nelle prossime inchieste proprio a L’Aquila. Ci teniamo molto.
Ti segnaliamo anche la nostra prossima puntata, in onda domenica 28 febbraio, che si chiamerà LaGiustizia ed è bellissimo viaggio nella macchina della giustizia italiana.

Un caro saluto da tutti noi,
la redazione di PresaDiretta

BEH,CHE VE NE PARE?🙂

Mi piace

24 02 2010
rossana

Ritengo che “Presa diretta” e “Report” siano le poche, se non addirittura uniche, trasmissioni che fanno VERO GIORNALISMO.
Grazie per aver dato la possibilità a tutti gli italiani di vedere quali sono le reali condizioni della nostra città.

Mi piace

25 02 2010
mARIA rITA

GRAZIE…GRAZIE….GRAZIE…. DAVVERO GRAZIE DAL CUORE…… COME AL SOLITO RAI TRE NON MI HA DELUSO…. E IL DR IACONA E’ STATO ALL’ALTEZZA DELLA SITUAZIONE CON LA SUA TRASMISSIONE-VERITA’….. QUANTI AVRANNO IL SUO STESSO CORAGGIO?… SPERO CHE L’ITALIA COMINCI AD APRIRE GLI OCCHI E RENDIRSI CONTO DELLA NOSTRA REALTA’ QUOTIDIANA, SI INTERROGHI E CERCHI LE NOTIZIE SENZA FALSI INTERMEDIARI MEDIATICI CHE LE PROPINANO SOLO A SCOPO POLITICO-ELETTORALE, EDULCORATE E DISTORTE…. VENITE E VEDETE!!!!!!

Mi piace

4 03 2010
Barbara

Grazie davvero ai giornalisti come Iacona e Gabbanelli (e a tutti quelli che collaborano con loro e alle redazioni) che con coraggio capacità competenza professionalità riescono ancora a fare informazione e giornalismo seriamente ed in maniera eccellente.
Sappiate che tutte le puntate si possono rivedere anche sul sito della rai, gratis e senza pubblicità.

Mi piace

4 01 2011
bruno

Dott.Iacona, grazie per il libro che ha scritto. Ritengo che il suo libro vada fatto leggere a tutti gli ITALINI.Continui sempre cosi:L’italia e gli italiani onesti hanno bisogno di giornalisti come Lei. Grazie,Grazie ,Grazie.

Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: