LA PROTEZIONE, AI TEMPI DI BERTOLASO.

19 01 2010

Dalla mailing list dei Giuristi Democratici Anna Pacifica Colasacco ha tracritto su http://misskappa.blogspot.com queste osservazioni sulla P.C.

Bertolaso dichiara:
“Abbiamo messo alcuni paletti fondamentali e abbiamo risolto l’annosa vicenda di chi comanda: in campo di protezione civile bisogna sapere sempre chi è il capo, non ci può essere democrazia in emergenza… Perché noi in Italia siamo sempre in emergenza”.
(Intervista rilasciata a Alma Pizzi, Se la terra trema, Milano, Il Sole 24 ORE, 2006, pp. 74-75)

Infatti, per prolungare ad arte l’emergenza, a L’Aquila non basta il terremoto. Bisogna aggiungervi anche il “grande evento”del G8, per il quale è competente sempre la PC. Secondo Bertolaso, la protezione civile non costituisce un diritto fondamentale, di tutti. Gli articoli 2, 9 e 32 della Costituzione non direbbero nulla in proposito. Esiste solo il dovere di obbedire a un capo. Egli ignora perfino il fatto che un secolo non è passato invano dall’inizio del 1909, quando a Messina fu proclamato lo stato di assedio e la legge marziale. E che la Protezione Civile è stata chiamata così proprio per marcare l’opposizione alla protezione militare. Non sa neanche che la legge n. 225 del 1992, con la quale è stato istituito il Servizio Nazionale della Protezione Civile, e che fissa tuttora i principi generali della materia, all’art. 18 c. 1 parla chiaro: “Il Servizio nazionale della protezione civile assicura la più ampia partecipazione dei cittadini, delle organizzazioni di volontariato di protezione civile all’attività di previsione, prevenzione e soccorso, in vista o in occasione di calamità naturali”. “La più ampia partecipazione dei cittadini” per Bertolaso si ridurrebbe alla esecuzione degli ordini del capo. E senza fiatare.

Annunci

Azioni

Information

One response

21 01 2010
pippo

http://www.libreriaflexi.it/2010/potere-assoluto-di-manuele-bonaccorsi/

“Le rappresentanze sindacali di base dei Vigili del Fuoco saranno, oggi a Roma, in prima fila alla presentazione di questo libro.
Quel che non piace è la piega che sta prendendo la creatura gestita dall’attuale n.1 della struttura, quel filo diretto con il governo che sarà rafforzato dal progetto di privatizzazione in discussione al Senato. Le RdB dei VV.FF. lamentano la ‘marginalizzazione e militarizzazione’ del corpo. ‘La Protezione Civile -è l’accusa- sta diventando un Regno a parte e Bertolaso beneficia di una discrezionalità totale’.

Una critica dall’interno, coraggiosi. ”

(Alessandra Longo-BELPAESE, La Repubblica 21-1-2010)

Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: